Cos'è l'orienteering - il sito A.S.D. Misquilenses Orienteering

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cos'è l'orienteering

ORIENTEERING LO SPORT DEI BOSCHI


L’orienteering è uno sport che si pratica principalmente a piedi ,o meglio di corsa ,infatti è chiamato anche corsa d’orientamento,ma esistono anche le versioni in mountain bike ,sugli sci di fondo e per persone diversamente abili.
All’inizio di una gara di orienteering ,al concorrente viene consegnata un carta topografica che rappresenta in dettaglio il luogo della competizione ;strade ,case, prati,sentieri,alberi,boschi,colline e valli, sassi e siepi,buche e ruscelli .

  
        
                     
     
Per terminare la gara, il concorrente deve transitare attraverso dei punti di controllo ,che sono segnati sulla carta,nell’ordine prestabilito.

La difficoltà sta nel fatto che il percorso da un punto all’altro non è indicato:la scelta di quello più conveniente e la sua realizzazione (quindi senza perdersi) spetta totalmente all’atleta .
Le uniche cose che il concorrente può usare per aiutarsi sono la bussola e la carta .
Risulta vincitore l’atleta che percorre tutto il percorso nel minor tempo possibile .


      
         Per testimoniare il passaggio attraverso i punti di controllo il concorrente deve marcare il proprio testimone personale (ad esempio un cartellino o un microchip) con un punzone che si trova sul punto di controllo (in gergo chiamato lanterna).

Le gare sono di tipo individuale a cronometro ,o a staffetta ,e nelle categorie esordienti è permesso correre anche in gruppo .

Le cartine utilizzate sono realizzate appositamente per questo sport ,con segni convenzionali unificati in tutto il mondo.
L’ambiente ideale per l’ orientamento è il bosco , possibilmente selvaggio ,infatti gli appassionati lo chiamano “lo sport dei boschi” ,ma l’orienteering viene praticato in qualsiasi posto si possa creare una carta ,quindi in campagna e nei centri storici .

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu